Il piacere del cibo disquisendo di arte, libri, cinema, musica e molto altro, in un vero banchetto culinario – culturale.

E ancora… professori universitari, critici e galleristi ci condurranno in stimolanti escursioni storiche e filosofiche su generi cinematografici, correnti pittoriche, libri d’arte, poesia e letteratura. Il tutto amalgamato dai sapori e profumi di cibi gourmet.
Appuntamenti a cadenza mensile che onorano il genius loci di Palazzo Foresti, palazzo storico ottocentesco con cui il ristorante ha da sempre un’affinità elettiva e con cui siamo in continuo dialogo per la ricerca di un’estetica dell’arte e del cibo. Vi aspettiamo per raccogliere anche il vostro contributo!

Numero limitato: 16 posti

Luogo e ora: Cantina de Il 25,  20.30 

“Degustazione” gastronomica a cura de LAVINERIA

Costo: 25 euro, prenotazioni allo 059 645248

PERCHÈ I SIMPOSI 

Con i Simposi in Cantina prende il via un programma di appuntamenti insieme gastronomici e culturali. Nulla di nuovo, in fondo, se pensiamo anche solo all’antica tradizione del simposio che vedeva greci e romani far seguire alla prima parte del banchetto un secondo, non meno importante momento letterario e di discussione tra i convitati.

CIBO COME MANIFESTAZIONE CULTURALE

I piatti che si trovano sulla nostra tavola sono una naturale espressione della nostra cultura. Ci siamo persino abituati a cercare una connessione tra certe nostre predilezioni gastronomiche e un qualche nostro tratto personale, di carattere e di sensibilità individuale. Dimmi cosa mangi, dimmi poi come mangi, e ti dirò chi sei.

È un po’ meno scontato pensare ai luoghi del cibo come occasione per organizzare percorsi culturali, anche al di fuori dell’ambito gastronomico, a scavalco tra buona cucina e altre esperienze, si voglia dire di arte, di cinema o di letteratura. Eppure, sempre più siamo portati a riconoscere che fare cultura voglia anche dire offrire opportunità per intrecciare discorsi ed esperienze altrimenti relegate in ambiti più o meno specialistici.

È proprio questa l’idea del Ristorante “Il 25”: un locale, del resto, che anni fa ha cercato e trovato posto in un palazzo di fine Ottocento del centro di Carpi, Palazzo Foresti, con una storia, oramai secolare, che si intreccia con una vicenda di collezionismo d’arte ben viva ancora oggi. Si tratta di un luogo dove storia e curiosità intellettuale, dunque, sono di casa e convivono da tempo. Oggi, si vorrebbe, anche attraverso il piacere della buona cucina.

Un ringraziamento speciale va ad Alberto Morsiani, Luciano Rivi e Giovanni Marra per il loro personale contributo all’iniziativa!